Vendere un'azienda Vendere un immobile
General Cessioni International Opinioni

6,5 milioni a diposizione per 1.500 agriturismi lombardi

L’obiettivo alla base del bando è quello di tutelare in modo trasversale sia il sistema agricolo produttivo che quello ambientale 

Le imprese agricole interessate a concorrere per il bando 6.4.01 del programma di sviluppo rurale, devono presentare la domanda,esclusivamente per via telematica, entro e non oltre le 12.00 di lunedì 11 settembre.
Possono presentare la domanda tutte le imprese agricole individuali, le società agricole di persone, le società agricole di capitali o le cooperative in possesso di certificato di connessione purché abbiano l’intenzione di recuperare attraverso il restauro, la ristrutturazione o il risanamento conservativo le strutture agricole esistenti e non più necessarie all'attività agricola (sono inclusi anche la realizzazione di volumi tecnici, l’ampliamento e l’adeguamento di servizi igienici e la realizzazione di impianti tecnologici).
Possono inoltre essere proposti interventi per l’allestimento, in ambito aziendale, di aree attrezzate per l'agricampeggio e la sosta di roulotte e caravan, per la realizzazione di percorsi aziendali ciclo-pedonali e ippoturistici, compreso il loro allestimento.
Dal momento in cui un’impresa passa le selezioni e quindi figura nell’elenco delle vincitrici del finanziamento, ha tempo 24 mesi per operare tutti gli interventi programmati e dunque per ultimare il progetto.
Per ogni beneficiario il contributo erogato non potrà essere superiore ai 200.000€. Nel caso in cui il budget venisse sforato, la domanda sarà ugualmente ammissibile ma l’importo verrà riportato al massimale previsto.
General Cessioni riporta di seguito quanto dichiarato dall’assessore all’Agricoltura della regione Lombardia Gianni Fava il quale, per esplicare e motivare i 6,5 milioni di euro stanziati per gli agriturismi, elogia e ricorda “il ruolo degli agriturismi nell’ambito dell’agricoltura multifunzionale, della valorizzazione delle risorse ambientali e dei prodotti aziendali di qualità, dello sviluppo de territori in termini economici, sociali e occupazionali anche nelle aree più marginali e svantaggiate della regione”, il pensiero di Fava continua “Grazie all’agriturismo la campagna lombarda ha potuto salvare una parte importantissima dei fabbricati rurali storici e di pregio e ha fatto sopravvivere l’agricoltura tradizionale in zone difficili, come montagna e collina”.
In modo trasversale il bando si pone come obiettivo quello di tutelare sia il sistema agricolo produttivo che quello agricolo ambientale e quindi punta sull’innovazione, sulla salvaguardia dell’ambiente e sulla mitigazione dei cambiamenti  climatici. Gli obiettivi macroscopici del bando sono dunque lo sviluppo della redditività e della competitività aziendale. Entrando più nello specifico esso punta al miglioramento delle prestazioni economiche, alla diversificazione, alla qualificazione professionale, al ricambio generazionale e all’impiego di energie rinnovabili.
La prima edizione del bando in questione aveva ammesso 54 domande, totalizzando un importo pari a 6.070.460,58€, ripartiti nel seguente modo: 43 domande provenienti dalla collina e dalla montagna (per un totale di 4.625.170,21€) e 11 domande provenienti dalla pianura (con un importo pari a 1.445.290,37€).

 

 

 

 

« Torna all'archivio

General Cessioni Srl
Via G. E. Arimondi, 5 - 20155 Milano
02 33002280 / 02 33004382
E-mail: info@generalcessioni.it

Professionalità Globale
Riservatezza Globale
Mercato Globale
Assistenza Globale
Trasparenza Globale
Successo Globale

General Cessioni srl - VIa Arimondi,5 20155 MIlano - C.F. e P.IVA: 08997180966 - CCIAA di Milano REA 2061770 - PEC generalcessionisrl@legalmail.it

Visita anche www.cogefim.com