Vendere un'azienda Vendere un immobile
General Cessioni International Opinioni

Automazione e Made in Italy: binomio in crescita

Italia all’ottavo posto su scala globale per il tasso di crescita nel settore dell’automazione, tre volte superiore a quello degli Stati Uniti

Il tasso di crescita del settore della robotica in Italia cresce in maniera sorprendente negli ultimi anni, al punto di raggiungere un ritmo migliore rispetto a Germania, Giappone ed Usa (rispetto ai quali è addirittura triplicato). Nel 2017, infatti, la robotica italiana chiude con quasi 8000 unità ed un tasso di crescita del 19%, piazzandosi all’ottavo posto nel panorama mondiale del settore in termini di nuove installazioni.

La crescita del settore si percepisce a livello internazionale, come mostrano i dati riportati da IFR (federazione robotica internazionale), i quali evidenziano un miglioramento a livello globale: ultimo anno senza precedenti con un tasso di crescita pari al 31%, quasi il doppio di quello previsto e portando il giro d’affari ad oltre 50 miliardi di dollari. E l’Italia, in questo scenario, è in pole position come crescita: 7700 nuove installazioni, oltre 1000 in più rispetto al 2016.

Positivo sull’andamento e sul futuro del settore anche Domenico Appendino, presidente di Siri (associazione italiana di robotica e automazione), il quale sostiene che i dati del nostro paese sono perfettamente in linea con quelli internazionali aggiungendo che anche il 2018 è iniziato con il piede giusto.

Ulteriore conferma arriva da Maurizio Cremonini, direttore marketing di Comau, azienda italiana tra i big mondiali nel settore dell’automazione: mercato interno risalito a +20% dei volumi totali. Ma la cosa importante, ci tiene a sottolineare Cremonini, è che la crescita non è dettata solo dai system integrator che poi rivendono il sistema all’estero, ma da un risveglio ed una sensibilizzazione all’automazione tutti italiani. Complici sicuramente gli incentivi alle aziende, l’industria italiana sta iniziando ad entrare nell’ottica dell’automazione come recupero della produttività. Grazie alla concorrenza, infatti, anche i costi per la robotica sono ridotti ad un quinto rispetto a dieci anni fa, il che porta ad ulteriori investimenti nel settore. Come sostiene anche General Cessioni, impegnata da sempre nella compravendita di azienda, che ha notato un sempre crescente interesse da parte degli imprenditori verso aziende di questo settore.

L’Italia, quindi, è a tutti gli effetti nel vortice della crescita nel settore dell’automazione a livello globale, che vede la Cina al primo posto in assoluto con un tasso di produzione pari al 36% di quello mondiale, secondo il Giappone con un +18% di crescita seguito dalla Corea del Sud, Usa e Germania. Cresce la nostra nazione anche in termini di intensità di utilizzo e robot installati: industria automobilistica ( 125 mila unità), elettronica (116 mila) e lavorazione dei metalli (44 mila).

« Torna all'archivio

General Cessioni Srl
Via G. E. Arimondi, 5 - 20155 Milano
02 33002280 / 02 33004382
E-mail: info@generalcessioni.it

Professionalità Globale
Riservatezza Globale
Mercato Globale
Assistenza Globale
Trasparenza Globale
Successo Globale

General Cessioni srl - VIa Arimondi,5 20155 MIlano - C.F. e P.IVA: 08997180966 - CCIAA di Milano REA 2061770 - PEC generalcessionisrl@legalmail.it

Visita anche www.cogefim.com